Italiano
English

Pescasseroli

Pescasseroli, cuore e capitale del Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise è una località squisitamente caratteristica. Dalla tradizione della pastorizia, della silvicoltura e dell'agricoltura di montagna si è progressivamente affermata come meta turistica tra le più frequentate e note del Centro Italia e non solo. Coniugando le tradizioni della terra, dei saperi e delle genti locali alla moderna industria del turismo si è fatta apprezzare in tutte le stagioni valorizzando natura, storia, specificità locali. Oggi vanta numeri ricettivi di tutto rispetto.

Albergo Villino Quintiliani - Ingresso e giardino

Estensione del centro storico sorto intorno alla medievale Abbazia dei Ss. Pietro e Paolo, l'abitato è prevalentemente in piano e vive in perfetta armonia con l'ambiente circostante. Da visitare i resti del Castello medievale e alcune chiese e monumenti. Le fontanelle e le case, per materiali, forme e colori sono spesso motivo di curiosa attrazione. Passeggiando per strade e piazzette dei piccoli quartieri attraversati dal fiume Sangro si colgono i sapori della cucina e le sfumature delle attività locali, dall'artigianato al commercio, con il valore aggiunto di apprezzare i profumi della natura e i silenzi rilassanti.

Stazione invernale strutturata e qualificata, Pescasseroli offre moderni impianti di risalita, divertenti piste per lo sci alpino e anelli per il fondo, in un contesto ambientale dal fascino irresistibile. Offre escursioni a piedi, in bici, a cavallo e con gli sci. Si fa sport anche al coperto. Sobri gli svaghi, ma per ogni età, per iniziative di mano pubblica e privata, dalle manifestazioni culturali e di spettacolo alle celebrazioni religiose, che si snodano per tutto l'anno.

Oltre al locale Centro Visita del Parco, gli itinerari che partono da Pescasseroli fra i grandi boschi di faggio, conducono alla scoperta delle più importanti specie faunistiche italiane: non è raro avvistare il cervo, il lupo, il camoscio d'Abruzzo o l'orso bruno marsicano.